Ebbene si, l’abbiamo fatto: abbiamo acquistato un biglietto per un viaggio di sola andata per Bangkok!

Il 22 Aprile del 2021 siamo partiti per un viaggio di sola andata, senza troppe regole e pianificazioni, per riprendere in mano la nostra vita e scappare da situazioni spiacevoli che ci stavano strette.

Premettiamo che non siamo benestanti o ricchi di famiglia, anzi, tutt’altro.
Fabri lavora da quando aveva 14 anni e Sandra da quando ne aveva 17.

Forse è proprio per questo che siamo arrivati a prendere una decisione come questa:

Un viaggio di sola andata in un periodo così difficile, in cui è in atto una pandemia mondiale.

Lasciare un lavoro a tempo indeterminato con uno stipendio sicuro potrebbe sembrare uno schiaffo morale a chi un lavoro non ce l’ha o a chi ci ha messo una vita a costruirsi il suo futuro, con tanto impegno e sacrificio.

Ci abbiamo pensato e ripensato, passato notti insonni, avuto mille paure e ansie.

Il fatto è che già da tempo non stavamo più bene con le nostre vite.

Fare ogni giorno la stessa cosa, non poterci godere la vita e il mondo come pensiamo che sia giuso fare.

Sono state molteplici componenti e tante cose accadute nel 2020 che ci hanno portato alla convinzione di dover seguire il nostro istinto e riprenderci un pò della nostra libertà.

Insoddisfazione e ansia erano al massimo negli ultimi mesi, così abbiamo scelto di viverci i nostri desideri, ora che ancora possiamo.

Certo, un viaggio di sola andata può sembrare la via più assurda.

Per molti la vita è andare a scuola, università, trovare un lavoro, comprare casa, fare carriera e/o metter su famiglia.

In questo ovviamente non c’è sulla di male, se è davvero la vita che vogliamo.

Bhe, noi non siamo così, almeno non per il momento.

Quindi: chi viaggia trova la propria strada in un viaggio di sola andata!